appunti

Il viaggio inizia con un racconto di qualche anno fa, che racchiudeva un’idea probabilmente abbastanza buona per diventare un buon thriller fantascientifico, una storia ricca di colpi scena, di personaggi strani, di un ritmo a tratti frenetico, di un finale del tutto imprevedibile. Di quelli, insomma, che il lettore divora

lunedì 4 febbraio 2008

Tamburi
Il racconto in questione è "Salto nero".
E' stato pubblicato on-line sulla rivista Delos il 20 maggio 2004, dopo essersi guadagnato il terzo posto al premio Brown.
Come dire un'eternità fa.
Leggetelo, se vi va. Sono convinto che sia ancora un'idea fresca, inesplorata e in linea con le tendenze della fantascienza dei nostri anni. Un'idea che (come mi dissero in molti in quelle settimane) merita un approfondimento. L'approfondimento che ho in testa è un romanzo, stranamente non proprio di fantascienza.
Sono anni che sto cercando di vedere la cosa da tutte le angolazioni possibili, di figurarmi stralci di trama, di delineare personaggi bizzarri. Quindi ho un po' barato nella presentazione di questo blog, dicendo che tutto il lavoro è ancora da fare. Diciamo meglio che tutto il lavoro manuale è ancora da fare, perché qualche sega mentale ci è già scappata.
Regola numero uno: prima di imbrigliare gli elementi giusti nella rete, lascia che tutti quelli sbagliati facciano le loro scorribande e poi tolgano il disturbo. Dovessero volerci quasi quattro anni.
In tutto questo tempo, quello che è rimasto nella rete è un nome: Mamadou Kinda. E la prima parola del romanzo: Tamburi.

Etichette: ,

2 Commenti:

Anonymous Fabio Barcellandi ha detto...

Ciao Emanuele,

in bocca al lupo e buona scrittura.

Io intanto mi sono scaricato il tuo racconto "Salto nero", che non conoscevo; me lo leggerò con piacere, poi, se ti va, potremo farci due chiacchiere.

Sarà un vero piacere.

Buon fine settimana.
Ciao, Fabio.

15 febbraio 2008 17:20  
Blogger Emanuele Terzuoli ha detto...

Ciao Fabio,
aspetto il tuo parere allora.

Grazie :)
ema

15 febbraio 2008 22:39  

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Quotes Home Page